VITTORIA DUBBIA

 

Con 499 voti in più la lista “DEMOCRAZIA e PARTECIPAZIONE” avrebbe vinto le elezioni comunali a Villa Castelli. Un maggiore impegno da parte di tutti i candidati, ma soprattutto una campagna elettorale condotta dall’altra lista in modo corretto e nel rispetto delle leggi elettorali avrebbero fatto conseguire il risultato che riteniamo la maggioranza dei cittadini di Villa Castelli si aspettava: la vittoria dei cittadini liberi e democratici. La Lista voluta da Vito Antonio Caliandro ha perso il 25% dei consensi rispetto alle elezioni comunali precedenti.

 


 

RISULTATI

Elezioni Comunali di Villa Castelli – 12/13 giugno 2004

 

Liste

Voti

%

LISTA CALIANDRO

3.316

58,84

DEMOCRAZIA e PARTECIPAZIONE

2.320

41,16

 

VOTI AI CANDIDATI

della Lista Democrazia e Partecipazione

 

1

LIGORIO Vito

232

2

NEGLIA Alessandro

187

3

ALO’ Rocco

170

4

GIOVANE Piero

154

5

CHIRICO Pasquale

128

6

LANEVE Francesco detto Franco

117

7

MUOLO Rocco

115

8

D’URSO Pierluigi

114

9

BARLETTA Giuseppe Valentino

111

10

FORTONE Luigi

102

11

LANEVE Elisa Franca

101

12

CIRACI’ Vito Antonio

72

13

MONTANARO Silvia Evelyne

48

14

PENNA Antonio

31

15

CASSESE Maria in Ricci

30

16

D’URSO Francesca in Borsci

27

 

Il candidato Sindaco NIGRO Vito Antonio e i primi 4 per ordine di preferenze vengono eletti al Consiglio Comunale

 


Votanti del Comune di Villa Castelli

Sezioni Maschi Femmine Totale
N. 1 456 487 943
N. 2 451 489 940
N. 3 621 589 1210
N. 4 489 526 1015
N. 5 463 504 967
N. 6 498 521 1019
N. 7 528 513 1041
Totale 3506 3629 7135

 


 

Appello al voto

del candidato Sindaco Vito Nigro

 

Per un vero sviluppo a Villa Castelli occorre “Democrazia e Partecipazione” 

La campagna elettorale relativa alle elezioni amministrative per il rinnovo del Sindaco e del Consiglio Comunale a Villa Castelli ha avuto un unico filo conduttore.

Da un lato, una lista civica che ha preso il nome del sindaco uscente (e non più ricandidabile) che ha concentrato il proprio sforzo mediatico nel ricordare, sino allo spasimo, le cose fatte nelle due passate legislature, dall’altra, quella da me capeggiata, che si è sforzata di essere propositiva e ha presentato un Programma Amministrativo moderno e tutto improntato alle “cose da fare”.

Le poche ore che ci separano dal voto permettono di analizzare, con compostezza e lealtà, tale situazione.

Lo spauracchio, agitato durante i comizi, dell’eventuale “salto nel buio” non ha avuto presa sull’elettorato, poiché da un lato ha giocato la grande visibilità e la radicazione sul territorio, non solo del sottoscritto, bensì di tutta la lista  da me presentata.

Gente giovane, preparata e competente che rappresenta l’espressione più composita possibile della cosiddetta “società civile” e che, per l’aver questi operato indistintamente sul territorio, conoscendo lo stesso, sono le persone più adatte a svolgere il futuro ruolo di amministratori comunali.

Dall’altro, perché tale peculiarità manca completamente all’altra lista (basti pensare che il candidato sindaco della “Lista Caliandro vive da oltre trent’anni a Bari).

Mi propongo quindi a governare il mio paese, consapevole, da un lato delle enormi difficoltà finanziarie nelle quali questo viene lasciato dalla amministrazione uscente, dall’altro con la certezza che, con l’aiuto di tutti i componenti della lista, nessuno escluso, riuscirò a portare a termine e a realizzare il ricco, qualificato e organico programma che ci siamo preposto.

Avv. Vito Nigro

Candidato Sindaco

Lista “Democrazia e Partecipazione per Villa Castelli”

Villa Castelli, 10.06.2004

 


 

ATTACCO SQUADRISTICO

 

Questa notte è stato portato un attacco di tipo squadristico e fascista contro la lista “Democrazia e Partecipazione per Villa Castelli”. Sono stati strappati, da tutte le plance elettorali e dalle sedi della lista, i manifesti del candidato sindaco Vito Nigro.

E’ un atto incivile che ci riporta molto indietro nel tempo, agli anni bui della nostra repubblica.

Noi di “Democrazia e Partecipazione” non risponderemo alle provocazioni. Continueremo la campagna elettorale in modo civile e corretto.

Ma invitiamo i cittadini a saper scegliere fra chi chiede il voto minacciando ed insultando, e chi chiede il voto proponendo un programma democratico e la partecipazione dei cittadini.

Villa Castelli, 5 giugno 2004